giovedì 10 aprile 2014

VERBALE DEL CONSIGLIO DEI SANITARI Seduta del 12 marzo 2014

CONSIGLIO DEI SANITARI
Seduta del 12 marzo 2014 Ore 9.30

Presenti: Saffioti Concetto, De Felici Isabella, Bertoldi Innocenzo, Brini Quintilio, Cinque Biagio, Desiderio Fabio, Iafisco Sergio, Lisitano Renato, Miccinesi Cinzia, Monzio Compagnoni Claudio,Onotri Giuseppina, Testa Alessandra, Verdini Michele
Assenti giustificati: Bondanini Francesco, Cappiello Giuseppina, Palombella Desiderio, Scala Vincenzo Francesco, Fumagalli Emilio


Il Vice presidente legge alla presenza del Presidente il precedente verbale che per mero errore informatico non è stato inviato.
Il Presidente si presenta al Consiglio comunicando la sua nomina fino ad agosto 2014. Introduce l’argomento sanità penitenziaria esponendo il percorso organizzativo fin qui realizzato dalla asl e comunica che sono stati effettuati incontri tra il Direttore I Distretto dott.ssa Maria Cedrola, Direzione Strategica e i Direttori delle case penitenziarie.
Il Presidente illustra alcune criticità anche in virtù della precedente esperienza professionale presso al carcere di Civitavecchia e che a partire dalle criticità emerse la Direzione Strategica ha proposto un'unica figura con cui interfacciarsi, coincidente con il capo distretto, anche al fine di regolarizzare piante organiche, funzionigrammi e livelli organizzativi.
Altri aspetti riguardano: le responsabilità della gestione delle strutture e della messa a norma dei locali come da attuale normativa, la difficoltà di gestione logistica dei percorsi clinici, in relazione alle diverse esigenze delle due amministrazioni (sanitarie e penitenziarie) nonchè le pressioni psicologiche vissute dagli operatori, in virtù delle denunce di presunta malasanità esposte tramite mass-media.
Il Segretario sottolinea la criticità relativamente all’immagine dell’azienda ma anche degli operatori, che consegue a pubbliche dichiarazioni su presunte inefficienze cliniche e assistenziali, richiedendo una costante replica da parte dei vertici aziendali.
Il Consigliere Miccinesi comunica l’avvenuto incontro con la d.ssa Maria Cedrola, all’interno delle audizioni programmate dallo staff medico, in cui oltre ad esporre le criticità del servizio di riabilitazione sono state discusse proposte migliorative. Espone problematiche sia in ordine alla scarsità del personale (attualmente solo circa 200 ore mensili per tutte le strutture di Rebibbia) sia in relazione ai rapporti funzionali (necessità di raccordo operativo e continuativo e con gli specialisti prescrittori). Questo anche in considerazione che molti detenuti di altri Istituti penitenziari regionali e fuori regione sono trasferiti a Rebibbia appositamente per essere sottoposti a trattamento
riabilitativo. Riferisce che, tra l’altro, è stata segnalata anche la criticità nella documentazione sanitaria spesso frammentata e\o incompleta con difficoltà a risalire ad un’anamnesi dei pazienti, ancor più se trasferiti da altro istituto: rispetto al servizio di riabilitazione la consultazione della cartella clinica è indispensabile per la formulazione del piano di trattamento riabilitativo e per l’approccio corretto al paziente.
Il Consigliere Testa segnala che le cartelle precedenti degli usciti sono archiviate e non a disposizione dei sanitari.
Il Consigliere Miccinesi prosegue segnalando criticità strutturali e le problematiche relative all’invio di detenuti al servizio riabilitativo, proveniente da altre carceri e la gestione di personale parcellista fisioterapista (circa 200 ore)
Il Consigliere Brini evidenzia le difficoltà dell’identificazione del paziente straniero, che spesso forniscono diverse identità e difficoltà logistiche nell’istaurare una informatizzazione del sistema. Il Consigliere Bertoldi chiede che al prossimo ordine del giorno vengano messe in discussione le specifiche problematiche in ambito ospedaliero,analogamente la stessa richiesta viene espressa dal Vicepresidente.
Il Presidente si associa specificando che la situazione è complessivamente in movimento, citando il problema della mappatura dei distretti in relazione alla nuova strutturazione dei municipi ed evidenzia le difficoltà nella ridistribuzione del personale e delle risorse attraverso una concreta analisi dei bisogni sanitari attraverso il miglioramento e perfezionamento dei processi e dei percorsi clinici assistenziali, nonché la necessità di aprire 14 posti letto di medicina, fermo restando le gravi carenze di personale infermieristico che vanno comunque affrontate e risolte.
Il Consigliere Onotri indica come anche il Santa Caterina è portatore di criticità organizzative, strutturale e del personale. La situazione va regolamentata al fine di non passare attraverso soluzioni individuali o mono distrettuali.
Il Consiglio concorda di fornire al nuovo Presidente un report con i lavori fatti e le documentazioni prodotte e propone per la prossima riunione del 9 aprile il seguente Ordine del giorno:
  • Incontro DG 
  • Riorganizzazione ospedaliera 
  • Riorganizzazione territoriale (Laboratori analisi, Case della salute)
La seduta si chiude alle ore 11,00.

Letto e approvato 
Il Segretario del CdS                                                   Il Presidente del CdS 
Dott. Sergio Iafisco                                                     Dott. Concetto Saffioti


VERBALE DEL CONSIGLIO DEI SANITARI Seduta del 12 febbraio 2014

CONSIGLIO DEI SANITARI
Seduta del 12 febbraio 2014 Ore 9.45

Presenti: De Felici Isabella, Bertoldi Innocenzo, Brini Quintilio, Cappiello Giuseppina, Fumagalli Emilio, Iafisco Sergio, Lisitano Renato, Miccinesi Cinzia, Onotri Giuseppina, Scala Vincenzo Francesco, Verdini Michele
Assenti giustificati: Saffioti Concetto, Bondanini Francesco, Cinque Biagio, Desiderio Fabio, Monzio Compagnoni Claudio, Palombella Desiderio, Testa Alessandra


Il Vicepresidente, in assenza del Presidente dott Concetto Saffioti, succeduto al dott. Piroli, apre la riunione dando comunicazione dell’insediamento del nuovo Direttore Generale, Dott. Vitaliano De Salazar.
Il Consiglio ribadisce la necessità di evidenziare al Presidente entrante il lavoro già svolto dal Consiglio dei Sanitari.
Inoltre propone di produrre un report sintetico dei verbali precedenti, al fine di facilitare l’acquisizione del percorso fin qui svolto, anche al fine di evidenziare l’aderenza dei lavori con il mandato definito dalle relativa legislazione regionale.
Il Vicepresidente dà lettura del precedente verbale che viene approvato.
Il Segretario, in base all’OdG, espone le problematiche presenti all’interno del Polo Sanitario Penitenziario di Rebibbia, già illustrate al Consiglio attraverso la presentazione di una apposita relazione.
Emergono tra i problemi principali la necessità di un maggiore collegamento tra Polo Penitenziario, Unità Operative e Dipartimenti della Asl; in particolare si evidenziano le criticità presenti con il DSM, le difficoltà di gestione delle risorse umane per presenza di contratti eterogenei (dipendenti ASL, parcellisti, SUMAI, medici incaricati) e una mancata definizione dell’organigramma\funzionigramma del Polo Sanitario Penitenziario attualmente collocato all’interno del I Distretto.
Il Segretario informa della creazione un nuovo organismo denominato “staff operativo medico” ad opera del precedente Direttore Sanitario.
Lo staff, formato dal dott. Sandro Libianchi, precedentemente nominato coordinatore dello stesso e dalla dott.ssa Maria Cedrola Direttore del I Distretto, al fine di prendere atto delle criticità presenti nel Polo Penitenziario, ha programmato una serie di incontri in date differenti con categorie
professionali e unità operative; ciò senza il coinvolgimento né dei relativi responsabili di struttura né delle relative PO rappresentative delle professioni (infermieri,tecnici di radiologia, fisioterapisti). Il Segretario rammenta l’esistenza di un Tavolo congiunto già indicato tramite delibera aziendale, finalizzato al miglioramento delle attività sanitarie e rappresentativo oltre che delle realtà aziendali, anche delle realtà penitenziarie e delle rappresentanze dei detenuti (garante, associazioni).
Il Consiglio propone di chiedere un’audizione alla dott.ssa Cedrola al fine di chiarire meglio funzioni ed attribuzioni dello staff e delega il Segretario e il Vicepresidente di esporre la suddetta proposta al Presidente.
Il Consiglio, visionata la Carta dei servizi sanitari per i detenuti, ribadisce la validità della progettualità in essa contenuta con la proposta di trasformare in incontri programmatici su specifici argomenti indicati nella stessa, a fronte di un oggettiva stasi dei lavori.
Il Consigliere Miccinesi, relativamente al problema delle dotazioni organiche, denuncia le difficoltà del servizio riabilitativo, palesemente carente ed evidenzia come l’esternalizzazione del personale, con contratti a partita IVA o appalti a cooperative, determini una difficoltà di gestione organizzativa uniforme, di estensione dei livelli di formazione aziendale applicati ai dipendenti ASL, in un settore delicato come quello della sanità penitenziaria.
Il Consiglio auspica quindi in prospettiva l’internalizzazione del personale, come garanzia della continuità clinica e assistenziale e sottolinea l’importanza, anche in vista della prevista gara di appalto, di garantire il mantenimento delle professionalità acquisite.
Si convoca la prossima riunione il 12 marzo con il seguente Odg, salvo altre tematiche indicate dal Presidente:
  • Case della Salute 
  • Audizione dott.ssa Cedrola
La seduta si chiude alle ore 11,00.
Letto e approvato

Il Segretario del CdS                                                       Il Vice Presidente del CdS
Dott. Sergio Iafisco                                                         Dott.ssa Isabella De Felici


Verbale del CONSIGLIO DEI SANITARI Seduta del 15 gennaio 2014

CONSIGLIO DEI SANITARI
Seduta del 15 gennaio 2014 Ore 9.40

Presenti: Piroli Enrico, De Felici Isabella, Bertoldi Innocenzo, Bondanini Francesco, Brini Quintilio, Cinque Biagio, Desiderio Fabio, Fumagalli Emilio, Iafisco Sergio, Lisitano Renato, Miccinesi Cinzia, Onotri Giuseppina, Scala Vincenzo Francesco, Testa Alessandra, Verdini Michele
Assenti giustificati: Cappiello Giuseppina, Monzio Compagnoni Claudio, Palombella Desiderio

Il Vicepresidente De Felici apre la riunione con la lettura del verbale del 11 dicembre, in quanto il Presidente è momentaneamente assente.
La seduta inizia con la notizia della nomina dei Direttori Generali, pubblicata sul sito della regione.
L’insediamento del Direttore Generale prevede la nomina del Direttore Sanitario, coincidente con la carica di Presidente del Consiglio dei Sanitari.
Si passa quindi al secondo punto dell’OdG relativo alle Case della Salute.
Il Consigliere Onotri illustra i dati contenuti nei documenti, precedentemente inviati ai componenti del CdS, riguardanti una valutazione sull’esperienza delle Case della Salute in Italia non entusiasmante.
La Regione Lazio, proposta la rapida attivazione, valuta come esempi di casa della salute, almeno da un punto di vista organizzativo, la struttura “Santa Caterina”, appartenente alla Asl Roma C e la struttura di Viterbo.
Viene posto il focus sulla funzione delle Case della Salute come luogo dove rispondere a livello territoriale del trattamento di pazienti cronici con conseguente riduzione degli accessi al Pronto Soccorso.
Il Segretario sottolinea la difficoltà del cittadino all’accesso e al rapporto con i medici di medicina generale, quest’ultima legata alla scarsa disponibilità oraria e determinata dalla percezione di scarsa competenza; ciò suggerisce di rimodellare il servizio in modo funzionale, dove siano indicati i diritti e i doveri sia dell’utenza sia degli operatori sanitari.
Il Consigliere Brini, evidenzia come la maggiore affluenza al Pronto Soccorso siano legati a abitudini culturali, relativamente alla visione della salute.
Il Consigliere Bondanini segnala la presenza presso il Pronto Soccorso di clienti abituali e di come i ritmi di lavoro influenzino anche la qualità e l’appropriatezza della risposta.
Si ribadisce il criterio di rimodellamento della popolazione per modelli clinici PDTA, si evidenzia la necessità di modificare una cultura del risarcimento, manifestata spesso dai mass-media attraverso pubblicità che indicano i percorsi di cura come probabili fonti di guadagno.
Il Consigliere Desideri espone la propria esperienza personale con problematiche determinate dalla scarsa disponibilità da parte di un medico in un caso e da una risposta appropriata e accurata dall’altro, che evidenza una libertà di azione discrezionale e non legata a parametri stabiliti.
Il Consigliere Onotri segnala come il rapporto fiduciario con il cliente che permette la revoca del medico sia il migliore strumento di selezione dei medici di base.
Il Consigliere Iafisco indica come il rapporto duale medico/paziente non coincide in assoluto cin l’appropriatezza degli interventi, ma può al contrario favorire atteggiamenti personalistici penalizzando i medici che applicano correttamente le regole.
Il Consigliere Testa segnala come lavorando con percorsi basati su fasce di patologie si sono costruiti nel tempo interventi mirati ed appropriati, determinando miglioramenti significativi in particolar modo nelle patologie croniche.
Il Consigliere Onotri sottolinea la difficoltà di invio dei pazienti con il sistema RECUP, che decentra troppo le sedi di riferimento, penalizzando soprattutto i pazienti anziani.
Il Consigliere Bertoldi esprime dubbi sulla funzionalità delle Case della Salute, assimilabili a piccoli ospedali e ribadisce, al di là del tipo di struttura, l’importanza della comunicazione con il paziente e i suoi familiari e l’identificazione delle figure professionali titolari dell’informazione.
Viene fissata la prossima riunione per il 12 febbraio alle ore 9,30 con il seguente OdG:

  • Situazione sanitaria del Polo di Rebibbia,
  • Decreti su organizzazione distrettuale e casa della salute,
  • Accorpamento Distretti\ASL.

La seduta si chiude alle ore 11,00.

Letto e approvato
Il Segretario del CdS                                               Il Vice Presidente del CdS
Dott. Sergio Iafisco                                                 Dott.ssa Isabella De Felici


domenica 6 aprile 2014

CONGRESSO AZIENDALE FVM SAN CAMILLO FORLANINI

CARI COLLEGHI
IL GIORNO 15 APRILE ALLE ORE 12.30 PRESSO LA AULA A DELLA PIASTRA (SAN CAMILLO) SI TERRA’ IL CONGRESSO AZIENDALE DI FVM.

SAREMO TENUTI AD ELEGGERE I NOSTRI RAPPRESENTANTI AZIENDALI ED I NOSTRI DELEGATI AL CONGRESSO REGIONALE DEL LAZIO.

L’INCONTRO SARA’ UNA OCCASIONE PER FOCALIZZARE I PROBLEMI DEL NOSTRO OSPEDALE, SPERIAMO PER QUELLA DATA DI SAPERE QUALE SARA’ LA NUOVA DIRIGENZA CHE LA REGIONE AVRA’ IMPOSTO AL SAN CAMILO ED I LORO ORIENTAMENTI,

SARA’ IL MOMENTO PER POTER PARLARE TRA NOI DELLE TANTE CRITICITÀ’ E DI QUELLA CHE VORREMMO ESSERE LA NOSTRA POLITICA SINDACALE IN AZIENDA.

FINO AD OGGI LA AZIONE DI FVM IN AZIENDA HA SEMPRE PORTATO RISULTATI BUONI, NON ULTIMO QUELLO DEL PAGAMENTO DEGLI ARRETRATI CHE AVETE RICEVUTO NELLA BUSTA PAGA DI MARZO E CHE RICEVERETE NELLA PROSSIMA BUSTA PAGA DI APRILE. MA VI ASSICURO CHE ANCHE PER OTTENERE QUELLO CHE SEMBREREBE SOLO UN ATTO DOVUTO ABBIMO DOVUTO LOTTARE.

VI PREGO NEI LIMITE DEL POSSIBILE AD INTERVENIRE.

FRANCESCO MEDICI - FABIO GOFFREDO

sabato 22 marzo 2014

MEDICO D'EUROPA On line n.6 (21 marzo)

Dalla sezione Home Page del nostro sito:

CURE PRIMARIE, LO SMI A FUORI TG SU RAI 3

21 marzo - Si parla di cure primarie a Fuori TG (del 14 marzo), su Rai 3. Ospite lo Smi con la responsabile nazionale Continuità assistenziale, Pina Onotri


(Leggi tutto...)
Dalla sezione Home Page del nostro sito:

DIRITTI SINDACALI, FERMA PRESA DI POSIZIONE DI MICHELE EMILIANO IN PUGLIA

14 marzo - Sui diritti sindacali dei medici di medicina generale, ferma presa di posizione di Michele Emiliano, segretario regionale del Pd in Puglia. La soddisfazione dello Smi nazionale che da mesi si scontra con le decisioni anti democratiche di molte Asl in tutto il Paese

(Leggi tutto...)
Dalla sezione Home Page del nostro sito:

IL SALUTO DI PAOLO FADDA AI SINDACATI MEDICI

19 marzo - Paolo Fadda, già sottosegretario al ministero della Salute, con una lettera saluta i sindacati medici e valorizza il metodo basato sul confronto intercorso in questi mesi. Un gesto inconsueto e che merita grande rispetto. L'apprezzamento dello Smi

(Leggi tutto...)
Dalla sezione Home Page del nostro sito:

ASSEMBLEA ORDINARIA ASSIMEFAC

19 Marzo - ASSEMBLEA ORDINARIA ASSIMEFAC prima convocazione 21 MARZO ore 8.00, seconda convocazione 22 MARZO ore 15.00 presso la sede di ROMA, via LIVORNO 36


(Leggi tutto...)
Dalla sezione Home Page del nostro sito:

IL VIRUS DELLA PRECARIZZAZIONE: SCATTA L'ALLARME UE SULLA SANITA'

21 Marzo - Blocco delle Assunzioni e nessun concorso, il corsia il tempo indeterminato è sempre più raro. Le dichiarazione del Segretario Generale Smi, Salvo Cali, su il Venerdì di Repubblica.

(Leggi tutto...)
LA NEWSLETTER. Iscriviti e fai iscrivere tutti i medici che conosci alla newsletter dello SMI. Riceverai il Medico d'Europa Online e sarai informato delle iniziative del sindacato, delle notizie di attualità sulla politica sanitaria italiana e internazionale. Leggi e iscriviti
Visita il sito dello SMI, troverai i comunicati stampa, i commenti e i documenti prodotti dal gruppo dirigente nazionale e regionale del sindacato, le novità dalle Regioni, i testi dei contratti e delle convenzioni, le notizie dal mondo della sanità, i lanci dell'AdnKronos Salute, una rassegna stampa selezionata, i nostri giornali, le consulenze dei nostri esperti in materia legale, fiscale, previdenziale. Visita il sito

lunedì 10 marzo 2014

Corso ECM gratuito 29 marzo 2014 asl RMG e congresso aziendale SMI

Cari colleghi,

vi informo  che il 29 marzo vi sarà un corso   ECM gratuito sull'
 
endoscopia digestiva e nuove tecniche di ecoendoscopia 
 
che si svolgera' nella RM/G  Presso la Sala Comunale Scuderie Estensi - 
P.zza Garibaldi snc - 
00019 Tivoli
 
 Il corso e' gratuito e la partecipazione è riservata agli iscritti al
sindacato e non iscritti
 Particolari nella brochure.
 Si consiglia di prenotare la partecipazione inviando una email a:

smi_lazio@alice.it

A seguire si svolgerà il congresso aziendale SMI per il rinnovo delle
cariche aziendali e la nomina dei delegati aziendali al congresso
regionale,  riservato, questo, ai soli iscritti SMI della ASL RMG
 
Chiunque può presentare la propria candidatura in sede di congresso.
 
Vi aspettiamo per la segreteria aziendale


Maria Teresa Muraca

Corso ECM gratuito 22 marzo 2014 asl Frosinone e congresso aziendale SMI

Cari colleghi,

vi informo che il 22 marzo vi sarà un corso  ECM gratuito dal titolo:
 
Urgenza, responsabilità e presa in carico:
il ruolo del medico e dei servizi

che si svolgera' nella sala Teatro c/o la ASL di Frosinone.
 
Il corso e' gratuito e la partecipazione è riservata agli iscritti al
sindacato e non iscritti.
 
Particolari nella brochure
 
Si consiglia di prenotare la partecipazione inviando una email a: smi_lazio@alice.it

A seguire si svolgerà il congresso aziendale SMI per il rinnovo delle
cariche aziendali e la nomina dei delegati aziendali al congresso
regionale,  riservato, questo, ai soli iscritti SMI della ASL di Frosinone.
 
Chiunque può presentare la propria candidatura in sede di congresso.
Vi aspettiamo per la segreteria aziendale


Mery Nannucci
 
 

giovedì 27 febbraio 2014

ASSEMBLEA AZIENDALE ASL RMF

Cari colleghi,
sono lieto di invitarti all'incontro che si terrà il 8 marzo 2014,  (orientativamente orario 9 - 13), per la riunione aziendale SMI della ASL RM/F.
La sede individuata è l'Aula didattica della Cooperativa Sociale di Servizi ONLUS "NUOVA ERA", in via Achille Montanucci 25B - Civitavecchia (RM), organizzato dallo SMI Lazio e aperto a tutti i colleghi della RMF.
Illustreremo la situazione presso la nostra Regione e la nostra Azienda per quanto riguarda i medici convenzionati,i pediatri  ed i medici dirigenti e risponderemo alle vostre domande. Le novità sono molte (Case della Salute e non solo...) e mi auguro sarete partecipi alla discussione. Al termine dell'incontro, per gli iscritti SMI della RMF, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche aziendali e per scegliere i delegati al Congresso Regionale.
Vi ricordo che chiunque può presentare la propria candidatura e invito tutti, caldamente, a contribuire al necessario ricambio.
Un caro saluto a tutti
Ermanno De Fazi

mercoledì 26 febbraio 2014

Evento ECM ASL RmC

Carissima/o
Siamo lieti di invitarti all' evento Ecm su l' Ecoendoscopia  organizzato per il giorno MARTEDÌ 25 MARZO pv, dalle ore 18.30 alle ore 21.30  Presso la sala conferenze dell'Associazione Vegetariani, Piazza Asti 5-  Roma

La partecipazione é gratuita, rilascia  Crediti Ecm ed é aperta ad un massimo di 50 partecipanti .

A seguire si svolgerà il Congresso aziendale riservato agli iscritti Smi asl Rmc ( l'evento Ecm é invece,aperto a tutti ).

Si tratta di individuare i delegati aziendali per il congresso nazionale SMI e rinnovare tutte le cariche Aziendali. É pertanto molto importante la partecipazione di tutti gli iscritti, che possono offrirsi per partecipare attivamente e in prima persona, alla vita del sindacato.
Sarà un'occasione quindi, sia di approfondimento scientifico che di incontro, scambio di idee, aggiornamenti e notizie aggiornate su tutte le novità del panorama sindacale e professionale sia della nostra Azienda che Regionale.

Un caro saluto in attesa di incontrarti di persona
Cristina Patrizi e Floriana Riddei

S.I.A.ME.G.
Società Italiana per l'Aggiornamento del Medico di Medicina Generale
Società Scientifica accreditata presso il Ministero della Salute - ECM n. 813
00185 - ROMA - via Merulana, 272 - tel. e fax 06.4881702 - Mail segreteria@siameg.it – www.siameg.it

Indicazioni, appropriatezza prescrittiva e strategie di diagnosi differenziale in eco-endoscopia
25 Marzo 2014 dalle ore 18.30 alle ore 21.30
Presso la sala conferenze dell'Associazione Vegetariani, Piazza Asti 5-  Roma

Prot. ECM n. 813/89068 ed. 1   –   Crediti ECM 3

Programma:

18.00Registrazione partecipanti
18.15Introduzione al corso
Dott.ssa Cristina Patrizi

18.30L’ecoendoscopia nella valutazione del dolore addominale e delle patologie biliopancreatiche benigne. Quale ruolo?
Dott.ssa Fabia Attili

19.00L’ecoendoscopia in oncologia. Diagnosi, stadiazione e tipizzazione dei tumori del tratto gastroenterico
Dott. Alberto Leonardo Larghi

19.30L’ecoendoscopia interventistica e terapeutica: sogno o realtà?
Dott. Alberto Leonardo Larghi

19.45La prevenzione del tumore colo-rettale: il ruolo e il timing della colonscopia
Dott.ssa Fabia Attili

20.00Casi clinici
Dott.ssa Fabia Attili

20.30L’esofago di Barrett. Come riconoscerlo e diagnosticarlo e la radiofrequenza
                                           Dott.ssa Fabia Attili 
Dott. Alberto Leonardo Larghi

21.00Casi clinici                             
Dott.ssa Fabia Attili

21.15   Discussione
Dott. Alberto Leonardo Larghi
Dott.ssa Fabia Attili
21.30 Test di valutazione finale e scheda valutazione evento

Responsabile Scientifico:
Dott. Alberto Larghi

Segreteria Scientifica:
Dott.ssa Cristina Patrizi  – Segr. Generale SIAMEG

Segreteria Organizzativa:
Dott. Beniamino Baldacci – Presidente SIAMEG
Dott. Daniele Zamperini – Coord. Scientifico SIAMEG
Tel. 06/4881702 – e-mail: segreteria@siameg.it
La partecipazione al Corso è gratuita ed è limitata a n. 50 partecipanti

lunedì 24 febbraio 2014

Assemblea aziendale ASL Roma E

Cari colleghi,

sono lieta di invitarvi all'incontro  che si terrà il alle ore 20:00 presso laCottolengoviale Valle Aurelia 62, organizzato dallo SMI Lazio e aperto a tutti i colleghi della RME.

Illustreremo la situazione presso la nostra Regione e la nostra Azienda per quanto riguarda i medici convenzionati,i pediatri  ed i medici dirigenti e risponderemo alle vostre domande. Le novità sono molte (Case della Salute e non solo...) e mi auguro sarete partecipi alla discussione.

Al termine dell'incontro, per gli, si svolgeranno le 

Vi ricordo che chiunque può presentare la propria candidatura e invito tutti, caldamente, a contribuire al necessario ricambio. 

C'è davvero bisogno dell'energia di tutti e per questo vi aspetto numerosi!

Un caro saluto a tutti

Claudia Felici

339/3324154

La sede della riunione è vicina alla stazione Metro A/Treno FM Valle Aurelia, alle fermate delle linee 490 e 495 ed è possibile parcheggiare su Viale Valle Aurelia e sulla limitrofa Via G. Bonaccorsi. Dal cancello su Viale Valle Aurelia si scende lungo un vialetto fino all'ingresso della sala, sotto la chiesa.

Libertà è partecipazione

Cari tutti,

il giorno primo marzo alle ore 8 e 30 , presso il centro culturale Gabriella Ferri (largo Beltramelli via cave di pietralata) a circa 150 m dalla sede asl di via f, meda, vi ricordo il già annunciato evento ecm sull ecoendoscopia, ma soprattutto,  a fine convegno , verso le ore 15:00, ci sarà il congresso aziendale per il rinnovo delle cariche aziendali (segretario aziendale responsabile area convenzionata e rappresentante C.A. e delegati aziendali al congresso regionale che si terrà a maggio) vi  invito a partecipare, anche al solo congresso nel pomeriggio se non potete impegnare  tutta la giornata.
Le candidature sono libere ed io in quella sede rimettero' la mia carica aziendale di rappresentante C.A.

In questo momento difficile è necessaria la partecipazione di tutti.

Vi apetto fiduciosa e sarò contenta di rivedervi.

A presto
Pina

venerdì 21 febbraio 2014

Accusa della UE all'Italia: I medici di base lavorano troppo

Rassegna Stampa


Sanità nazionale
Medici senza riposo Nuove accuse all'Italia
(ven, 21 feb 2014 - AVVENIRE - Pag. 19)
[testo ocr]

L'Aifa accusa il Comitato etico di Brescia: «Mentono»
(ven, 21 feb 2014 - AVVENIRE - Autore: Viviana Daloiso - Pag. 20)
[testo ocr]

La perizia sulla centrale: danni per 860 milioni di euro
(ven, 21 feb 2014 - CORRIERE DELLA SERA - Autore: Andrea Pasqualetto - Pag. 20)
[testo ocr]

I medici stressati dai turni lunghi La Commissione Ue contro l'Italia
(ven, 21 feb 2014 - CORRIERE DELLA SERA - Autore: Francesco Di Frischia - Pag. 23)
[testo ocr]

Dottore, mi sente?
(gio, 27 feb 2014 - ESPRESSO - Autore: Letizia Gabaglio - Pag. 90)
[testo ocr]

Processo al Bisturi dolce
(gio, 27 feb 2014 - ESPRESSO - Autore: Federico Mereta - Pag. 92)
[testo ocr]

Uccise la moglie e s'impiccò: indagati gli psichiatri
(ven, 21 feb 2014 - GIORNALE - Autore: Patricia Tagliaferri - Pag. 14)
[testo ocr]

Una polizza per i camici bianchi
(sab, 1 feb 2014 - GIORNALE DELLE ASSICURAZIONI - Autore: Andrea Tomistico - Pag. 48)
[testo ocr]

Il peso delle polizze nel nuovo welfare
(sab, 1 feb 2014 - GIORNALE DELLE ASSICURAZIONI - Autore: Alberto Mazza - Pag. 52)
[testo ocr]

Orario medici Italia davanti alla corte ue
(ven, 21 feb 2014 - IL FATTO QUOTIDIANO - Pag. 8)
[testo ocr]

Esce d'ospedale, uccide la moglie Psichiatri indagati per omicidio
(ven, 21 feb 2014 - LIBERO - Autore: Giordano Tedoldi - Pag. 17)
[testo ocr]

I medici di base lavorano troppo La Ue ci accusa
(ven, 21 feb 2014 - LIBERO MERCATO - Pag. 23)
[testo ocr]

Hai il mal di denti? Vai al supermercato
(ven, 28 feb 2014 - MONDO - Autore: Patrizia Licata - Pag. 58)
[testo ocr]

Cannabis, l'appello di Veronesi divide l'Italia
(ven, 21 feb 2014 - REPUBBLICA - Autore: Vladimiro Polchi - Pag. 20)
[testo ocr]

"Io, lavoratrice autonoma col tumore, trattata da malato di serie B"
(ven, 21 feb 2014 - REPUBBLICA - Autore: Cristiana Salvagni - Pag. 20)
[testo ocr]

Sparisce e fa l'eutanasia l'ama inviata. ai parenti
(ven, 21 feb 2014 - REPUBBLICA - Autore: Massimo Pisa - Pag. 21)
[testo ocr]

Inchiesta: Stamina verso la chiusura Ora in venti rischiano il processo
(ven, 21 feb 2014 - STAMPA - Autore: Paolo Russo - Pag. 16)
[testo ocr]

"La centrale perfetta non esiste ma non demonizziamo il carbone"
(ven, 21 feb 2014 - STAMPA - Autore: Raphaél Zanotti - Pag. 17)
[testo ocr]

Gli psichiatri dell'uxoricida indagati per omicidio
(ven, 21 feb 2014 - STAMPA - Pag. 17)
[testo ocr]

DROGHE E BASTA
(ven, 21 feb 2014 - STAMPA - Autore: Piergiorgio Strata - Pag. 26)
[testo ocr]


 Segnalazioni dalle Regioni
Zaia: «Pronti a rivedere i project» Poi svela la strategia finanziaria per il nuovo ospedale di Padova
(ven, 21 feb 2014 - CORRIERE VENETO - Pag. 4)
[testo ocr]

Corte dei Conti, nuovi strali «Enti pubblici sciatti c inerti portano sfiducia nei cittadini»
(ven, 21 feb 2014 - CORRIERE VENETO - Autore: Monica Zicchiero - Pag. 4)
[testo ocr]

Zaia, « Contratti da rinegoziare? Lo farei subito,il governo ci aiuti»
(ven, 21 feb 2014 - GAZZETTINO - Pag. 14)
[testo ocr]

Corte dei Conti, siluro ai "project"
(ven, 21 feb 2014 - GAZZETTINO - Autore: Gianluca Amadori - Pag. 14)
[testo ocr]

Niente casse automatiche, caos al Cup dell'ospedale
(ven, 21 feb 2014 - GIORNALE DELL UMBRIA - Autore: Lucia Pippi - Pag. 12)
[testo ocr]

«Nessuna speranza per sua figlia» Mamma tedesca la salva a Milano
(ven, 21 feb 2014 - GIORNO MILANO - Autore: Enrico Fovanna - Pag. XI)
[testo ocr]

I medici scrivono a Mantovani «Con i rimborsi a prestazione parti indolori a rischio»
(ven, 21 feb 2014 - GIORNO MILANO - Pag. XIII)
[testo ocr]

Vaccinazioni, proposta M5S «Via l'obbligo per i bambini»
(ven, 21 feb 2014 - GIORNO MILANO - Pag. XIV)
[testo ocr]

Infezioni in ospedale, inchiesta dei Nas
(ven, 21 feb 2014 - IL CENTRO - Autore: Simona De Leonardis - Pag. 17)
[testo ocr]

Effetto Terra dei fuochi corsa ai controlli medici
(ven, 21 feb 2014 - MATTINO NAPOLI - Autore: Gerardo Ausiello - Pag. 34)
[testo ocr]

Prevenzione, gap di 250 milioni tra Campania e Lombardia
(ven, 21 feb 2014 - MATTINO NAPOLI - Autore: Gerardo Ausiello - Pag. 35)
[testo ocr]

Ospedale, poche nascite il reparto rischia la chiusura
(ven, 21 feb 2014 - MESSAGGERO ABRUZZO - Autore: Ornella La Civita - Pag. 39)
[testo ocr]

Asur e primari, fumata nera
(ven, 21 feb 2014 - MESSAGGERO MARCHE - Autore: Agnese Carnevali - Pag. 35-37)
[testo ocr]

Fatebenefratelli «conti in rosso» scatta l'occupazione
(ven, 21 feb 2014 - MESSAGGERO ROMA - Autore: Chiara Acampora - Pag. 38)
[testo ocr]

Sanità, Fi chiede un consiglio straordinario
(ven, 21 feb 2014 - REPUBBLICA GENOVA - Pag. VI)
[testo ocr]

Cure gratuite a bocca aperta il volontariato degli odontoiatri
(ven, 21 feb 2014 - REPUBBLICA GENOVA - Pag. VIII)
[testo ocr]

Niguarda, lascia il pronto soccorso la trovano impiccata il giorno dopo
(ven, 21 feb 2014 - REPUBBLICA MILANO - Autore: Alessandra Corica - Pag. XI)
[testo ocr]

«Il reparto di pediatria non verrà soppresso»
(ven, 21 feb 2014 - RESTO DEL CARLINO BOLOGNA - Autore: Giacomo Calistri - Pag. 20)
[testo ocr]

Mancano farmaci in sala operatoria Saltano gli interventi chirurgici
(ven, 21 feb 2014 - TEMPO ABRUZZO - Autore: Arianna Iannotti - Pag. 9)
[testo ocr]

Montaldo «Subito 3,5 milioni di euro al S. Martino»
(ven, 21 feb 2014 - CORRIERE MERCANTILE - Pag. 5)
[testo ocr]

«Medici, troppo lavoro»: Italia deferita dall'Ue
(ven, 21 feb 2014 - GIORNALE SICILIA - CATANIA - Autore: Francesco Sicilia - Pag. 40)
[testo ocr]

Centro di eccellenza Aou per la cura dell'epilessia
(ven, 21 feb 2014 - LA NUOVA SARDEGNA SASSARI - Pag. 26)
[testo ocr]

I medici tornano ad attaccare la cannabis: «Pericolosa»
(ven, 21 feb 2014 - TORINO CRONACA - Pag. 15)
[testo ocr]


 Segnalazioni
Eutanasia in Svizzera, i parenti denunciano
(ven, 21 feb 2014 - CORRIERE VENETO - Autore: Giulio Todescan - Pag. 7)
[testo ocr]

venerdì 14 febbraio 2014

evento ECM e congresso aziendale SMI RM/B

Cari colleghi,

vi informo  che il 1 marzo vi sarà un corso   ECM gratuito sull'
endoscopia digestiva e sulle nuove tecniche di ecoendoscopia  che si svolgera' nella RM/B presso il Centro Culturale Gabriella Ferri - L.go Beltramelli snc - Roma. (150m dalla sede ASL di via F.Meda)
 
Il corso e' gratuito e la partecipazione è riservata agli iscritti al
sindacato e non iscritti Particolari nella locandina.
Si consiglia di prenotare la partecipazione inviando una email a:
smi_lazio@alice.it

A seguire si svolgerà il congresso aziendale SMI per il rinnovo delle cariche aziendali e la nomina dei delegati aziendali al congresso regionale,  riservato, questo, ai soli iscritti SMI della ASL RMB
Chiunque può presentare la propria candidatura in sede di congresso.
Vi aspettiamo per la segreteria aziendale


Pina Onotri
 
 
https://drive.google.com/file/d/0B6s44HLULF89bWFYTEJXSkFkeEE/edit?usp=sharing

assemblea aziendale ASL SMI Latina

 
Cari colleghi,
sono lieto di invitarti all'incontro che si terrà Venerdì 21/02 ore 19,00  in Via Calabria snc (presso studio medico Dott. Franco Porcelli  - cell. 3473433249) Sezze Scalo, Comune Sezze Romano.
 Illustreremo la situazione presso la nostra Regione e la nostra Azienda per quanto riguarda i medici convenzionati,i pediatri  ed i medici dirigenti e risponderemo alle vostre domande. Le novità sono molte (Case della Salute e non solo...) e mi auguro sarete partecipi alla discussione.

Al termine dell'incontro, per gli iscritti SMI di Latina, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche aziendali e per scegliere i delegati al Congresso Regionale.
un caro saluto a tutti.
 
      luigi martini
 

ASSEMBLEA AZIENDALE ASL SMI RME

Cari colleghi,
sono lieta di invitarti all'incontro  che si terrà il Giovedì 27 Febbraio alle ore 20:00 presso la sala parrocchiale della Chiesa di S.Giuseppe Cottolengoviale Valle Aurelia 62, organizzato dallo SMI Lazio e aperto a tutti i colleghi della RME.
Illustreremo la situazione presso la nostra Regione e la nostra Azienda per quanto riguarda i medici convenzionati,i pediatri  ed i medici dirigenti e risponderemo alle vostre domande. Le novità sono molte (Case della Salute e non solo...) e mi auguro sarete partecipi alla discussione.

Al termine dell'incontro, per gli iscritti SMI della RME, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche aziendali e per scegliere i delegati al Congresso Regionale.
Vi ricordo che chiunque può presentare la propria candidatura e invito tutti, caldamente, a contribuire al necessario ricambio. 
C'è davvero bisogno dell'energia di tutti e per questo vi aspetto numerosi!

Un caro saluto a tutti
Claudia Felici
La sede della riunione è vicina alla stazione Metro A/Treno FM Valle Aurelia, alle fermate delle linee 490 e 495 ed è possibile parcheggiare su Viale Valle Aurelia e sulla limitrofa Via G. Bonaccorsi. Dal cancello su Viale Valle Aurelia si scende lungo un vialetto fino all'ingresso della sala, sotto la chiesa.


Assemblea aziendale SMI rmD

Cari colleghi,
sono lieto di invitarti all'incontro che si terrà sabato 22 febbraio ore 9,00  presso la sala Raffaello di Casalbernocchi, via Casalbernocchi 73 c/o la ASL RMD.


Illustreremo la situazione presso la nostra Regione e la nostra Azienda per quanto riguarda i medici convenzionati,i pediatri  ed i medici dirigenti e risponderemo alle vostre domande. Le novità sono molte (Case della Salute e non solo...) e mi auguro sarete partecipi alla discussione.


Al termine dell'incontro, per gli iscritti SMI ASL RMD, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche aziendali e per scegliere i delegati al Congresso Regionale.

un caro saluto a tutti.

    Lionello Petruccioli

Lazio. Per risolvere i problemi, più voce ai sindacati

Martedì 11 FEBBRAIO 2014
Lazio. Per risolvere i problemi, più voce ai sindacati



Gentile direttore,
negli ultimi tempi stiamo assistendo ad un susseguirsi di annunci relativi al comparto sanitario da parte della Regione Lazio; ad esempio: lo stanziamento di fondi per le prime 3 Case della Salute e per la proroga di un anno percirca 125 operatori di un Centro di salute mentale. E ancora: la nomina deiDirettori Generali secondo criteri di trasparenza, la comunicazione di direttive ad hoc per gli ospedali, nell'intento di gestire e arginare il sovraffollamento dei pazienti. Il mandato di 40 sentinelle, che monitoreranno la legalità inogni Asl e, infine, l’organizzazione di Tavoli tecnici per l'istituzione delle Case della Salute, come risposta al bisogno di salute del territorio. Tutte iniziative di cui attendiamo sviluppi concreti.
 
Ma ci chiediamo quando (e con quali modalità) verranno affrontati, dalla Giunta, i problemi atavici di questa Regione:
1) Iperafflusso nei Pronto Soccorso;
2) Problematiche annesse alla pianta organica ospedaliera, con persistenza di precariato reiterato;
3) La grave mancanza di posti letto per acuti;
4) Il continuo proliferare di strutture accreditate per post-acuzie; non sempre idonee a gestire casi di questo tipo;
5) Le infinite liste di attesa;
6) La carenza di medici addetti al servizio di Continuità Assistenziale (ex guardia medica).

Il Sindacato dei Medici Italiani del Lazio, è assolutamente disponibile a qualsiasi confronto; pronto a dare il proprio contributo, anche partecipando a tutti i Tavoli tecnici istituiti. Con la consapevolezza di far parte di una Regione in Piano di rientro. Ma, nello stesso tempo, vorremmo molto di più da questa Giunta. Ad esempio un atto di coraggio che, finora, non abbiamo affatto riscontarto. Non è possibile, infatti, risolvere i problemi della sanità laziale con dei "pannicelli caldi" e con fondi irrisori.

Siamo altrettanto consci che il precariato è un problema di carattere nazionale, ma la Regione potrebbe richiamare l'attenzione del Governo sul fatto che, la persistenza del precariato (reiterato oltre i 3 anni), ci sta portando ad una sanzione da parte dell'Europa; in quanto è in netto contrasto con la Direttiva Europea 1999/70/CE, che non ammette questo genere di difficoltà in Sanità.

E allora viene da chiedersi: è giusto pagare l'ennesima sanzione all'Europa? Non sarebbe più ragionevole, invece, assorbire la maggior parte dei precari concontratti di oltre 3 anni, in modo da garantire un servizio essenziale soprattutto nei dipartimenti di emergenza? (Pronto Soccorso,118, Rianimazione, Utic). La risposta è ovvia. Ecco perché insistiamo e continueremo a chiedere, anche in occasione dei Tavoli tecnici, un confronto con il presidente Nicola Zingaretti, su queste spinose tematiche. Tavoli che, ad oggi, non sono stati mai istituiti, e lo diciamo con grande rammarico, nonostante le ripetute richieste e segnalazioni da parte delle varie organizzazioni sindacali di categoria. Il Presidente della regione Lazio dovrebbe mostrare fiducia non solo nei suoi stretti collaboratori, ma anche nelle parti sociali rappresentati da operatori che, quotidianamente, affrontano e risolvono problemi di salute, sperimentando e vivendo sul campo tutte le difficoltà appena descritte.

Francesca Perri 
Responsabile nazionale Smi per il 118 e Pronto Soccorso


 

Rinnovo esenzione ticket illimitato per 142 patologie

Da Quotidiano Sanità:

Lazio. Ok a decreto per esenzione ticket "più facili" per i malati cronici

Sino a oggi, per ottenere l'esenzione, bisognava rinnovare un documento recandosi presso lo sportello della propria Asl. Ora il rinnovo diventa illimitato per 142 patologie. L'obiettivo è eliminare oneri di accertamento impropri a carico della pubblica amministrazione. 

IL DECRETO

11 FEB - “Oggi ho firmato un decreto che cancella parte del percorso burocratico che almeno  600mila cittadini del Lazio, affetti da malattie croniche, devono affrontare per il rinnovo del  tesserino  necessario a non pagare il ticket”. Lo annuncia il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti dopo aver sottoscritto un provvedimento che dispone la semplificazione delle procedure in questa materia.

Il documento doveva essere rinnovato ogni anno recandosi presso lo sportello della propria Asl, con inevitabili perdite di tempo e lunghe file, ogni 12 mesi il timbro andava messo su 1 milione e 657.794 esenzioni (questo perché molti pazienti soffrono di più di una patologia). “Ora tutto questo non accadrà più: da oggi per 142 patologie croniche, la stragrande maggioranza di quelle individuate nel Decreto del Ministero della salute del 23.11.2012, il rinnovo sarà illimitato. Con questi atti concreti – spiega Zingaretti – dimostriamo di essere sempre vicini alle persone”.

Il rinnovo per 6 patologie durerà 5 anni, per 13 due anni, mentre per i neonati prematuri con ricovero in terapia intensiva neonatale la validità sarà di tre anni e infine per la tiroidite di Hashimoto di 18 mesi. Le patologie interessate dal provvedimento sono ad esempio: malattie cardiache, arteriosclerosi, colite ulcerosa, cirrosi, epilessie, immunodeficienze, insufficienze cardiache, renali, respiratorie, alzhaimer,  ipertensione, diabete e parkinson, schizofrenie, pancreatiti, malattie oncologiche, psicosi e autismo.

Il decreto punta ad eliminare oneri di accertamento impropri a carico della pubblica amministrazione e definisce il periodo minimo di validità dell’attestato di esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie in relazione alle diverse patologie e alla possibilità di miglioramento, valutata in base alle evidenze scientifiche. Viene infine conferito il mandato alla Lait di aggiornare il sistema informativo regionale con i codici di esenzione con le nuove durate.



http://www.quotidianosanita.it/allegati/create_pdf.php?all=8071371.pdf

 

Nuove procedure immediatamente esecutive per le patenti di guida

Il 10 febbraio e' stato pubblicato in GU il Decreto Ministeriale per le nuove procedure di accertamento per la patente di guida.

Il decreto è IMMEDIATAMENTE ESECUTIVO.

Ecco il documento


 

martedì 11 febbraio 2014

Trattative si, ma con risorse certe

COMUNICATO STAMPA

SANITÀ, SMI: SÌ ALLE TRATTATIVE PER LA CONVENZIONATA MA CON RISORSE CERTE. NO A UNO SCIOPERO SENZA PROPOSTE CHIARE

SALVO CALÌ, SEGRETARIO SMI: «QUESTO E' IL TITANIC DEL SINDACALISMO MEDICO: DESTINATI A RIMANERE SENZA RINNOVO DELLE CONVENZIONI. È IL FALLIMENTO DI UNA LINEA SINDACALE DI SUDDITANZA ALLE “FANTASIE” DELLA LEGGE BALDUZZI: LA SANITÀ SI RIORGANIZZA CON RISORSE CERTE E NON A “COSTO ZERO”, IMPOVERENDO ULTERIORMENTE LA CATEGORIA. NO A SCIOPERI, SENZA PROSPETTIVE. SÌ ALLA RIAPERTURA DELLE TRATTATIVE SU STANZIAMENTI ADEGUATI».

Il Sindacato dei Medici Italiani-Smi contesta duramente la gestione delle trattative esclusiva e autoreferenziale da parte di alcune organizzazioni sindacali e della controparte pubblica.
Per il segretario nazionale dello Smi, Salvo Calì, «minacciare lo sciopero, senza aver compreso la dinamica economico e sociale del Paese, è un rito stanco». «Non solo – aggiunge – ricorrere a questo strumento senza una chiara piattaforma e senza aver fatto autocritica sulla Legge Balduzzi, che è l’origine dell’atto di Indirizzo, è un suicidio per i medici del territorio. Ma anche la dimostrazione che per alcuni sindacati versare, a posteriori, “lacrime di coccodrillo” è una triste consuetudine».

«Ancora una volta – continua il segretario Smi - si è insistito con le scorciatoie organizzative: h24, integrazione, medicina di gruppo…ecc, senza prevedere risorse, il tutto a costo zero. Come sempre si è trascurata l’assenza di una regia nazionale in questi processi, lasciando campo libero alle “fantasie” delle Regioni (che in molti casi hanno già avviato veri e propri pasticci, vedi in Toscana il ridimensionamento della guardia medica e l’indebolimento del 118). L’obiettivo? Forse prendere qualche titolo sui giornali e partecipare alla spartizione di qualche poltrona. Il tutto a scapito del lavoro di migliaia di medici e della qualità dei servizi per i cittadini».

«Il Titanic del sindacalismo maggioritario – conclude Calì – passa, quindi, ora, per una rottura con le Regioni sulla mancata, per quanto ampiamente prevedibile, apertura delle trattative per il rinnovo delle Convenzioni. Vogliamo essere chiari: con la Balduzzi e in questo contesto, l’atto di indirizzo non può non sfociare a un Accordo nazionale basato sull’ennesimo pesante sacrificio economico per la categoria. Per questa ragione, chiediamo a tutti i sindacati, anche quelli che hanno portato a questa situazione, di voltare pagina, di aprire un vero confronto con le altre forze sindacali e di definire una piattaforma unitaria, invece di minacciare uno sciopero inconcludente e senza prospettiva. Insomma ritorni protagonista il sindacalismo medico nella proposta unitaria alla politica».

Roma, 11 febbraio 2014


giovedì 30 gennaio 2014

L'emergenza PS è il risultato delle politiche regionali

Al Pertini lunghe attese al Pronto Soccorso per colpa della Regione
«Quella che viene spacciata come un’emergenza, è il risultato dell’applicazione delle ricette che determinano il modello di sanità voluto da Governo e della Regione Lazio. L’ospedale S. Pertini, la ASL RM/B e tutte le strutture della sanità pubblica della Regione Lazio da anni subiscono le scelte di tutti i governi nazionali e regionali che si sono alternati in piena continuità». Lo dichiara in una nota Stefano Zecchetti della USB della ASL RM/B. «Se vengono tagliati posti letto e bloccate le assunzioni – prosegue – si può parlare di emergenza? Se le risorse vengono consegnate ai vampiri delle strutture pubbliche, si può parlare di deficit? Una assistenza sanitaria gestita e giustificata dalla falsa emergenza, che nega diritti a pazienti e lavoratori, che determina nell’ospedale S.Pertini le lunghe attese nel Pronto soccorso con pazienti su barelle sedie e posti letto chiamati bis in Medicina (senza campanello, ossigeno ecc.), mentre si tengono chiusi 26 posti letto di Medicina, 6 posti letto di osservazione breve al Pronto Soccorso, 4 posti letto di rianimazione dopo i soldi spesi per la loro realizzazione, ecc ecc.. questo accade all’Ospedale Pertini». «Impossibili e vergognose le condizioni di lavoro del personale che dovrebbe garantire l’assistenza – prosegue ancora la nota – sotto organico con doppi turni e turnazioni illegali, disorganizzazione e confusione imperante, impediscono di svolgere le attività come necessario, mettendo a rischio i pazienti e la salute psico-fisica degli operatori. In questo contesto è ipocrita continuare a parlare di malasanità quando siamo di fronte ad un palese disegno politico di smantellamento del diritto alla salute per la maggioranza della popolazione che non può permettersi di pagare le prestazioni sanitarie. La USB si attiverà nei prossimi giorni, insieme a tutti coloro che vogliono contrastare il taglio dei diritti e della dignità di lavoratori e cittadini, per immediate assunzioni e apertura di posti letto e per sottrarre le risorse destinate ai privati riconsegnandole al pubblico, invitando alla partecipazione attiva delle iniziative, per essere protagonisti e non vittime sacrificali di queste politiche criminali

Cassazione, medici di medicina generale: ecco i paletti agli accordi locali

di Paola Ferrari (da Il Sole-24 Ore Sanità)
 28 gennaio 2014                                          
Il rapporto ottimale non può essere innalzato dalle Regioni. Gli accordi locali nelle Province autonome non possono violare le regole delle convenzioni nazionali. E il giudice competente nelle controversie è quello ordinario, non quello amministrativo. Sono tre indicazioni destinate a fare giurisprudenza quelle espresse nella sentenza di rinvio n. 67/2014 del 7 gennaio emessa dalle Sezioni Unite della Cassazione.
L'occasione è derivata dall'appello della Fimmg contro la determinazione della Provincia autonoma di Bolzano che innalzava il rapporto ottimale dei generalisti a un medico ogni 1.500 assistibili con massimale fino a 2.000 per ogni medico, violando, secondo il sindacato, la legge 833/1978, art. 48, comma 3. Secondo la Fimmg, l'innalzamento oltre il massimale previsto dagli Acn (1 medico ogni 1.000 assistibili con massimo di 1.500 pazienti) è un limite inderogabile dalla contrattazione decentrata.
La questione aveva visto nella fase di merito due pronunce opposte.
Le Sezioni Unite hanno adesso dato ragione ai medici considerando il provvedimento regionale illegittimo. Le regole di riferimento, contenute nel Dlgs 502/1992, art. 8 (richiamate dal Dl 81/2004, art. 2 nonies, convertito dalla legge 138/2004), costituiscono princìpi fondamentali cui la legislazione provinciale è tenuta a uniformarsi. Il contenuto degli Acn rappresenta principio generale di regolazione del rapporto convenzionale dei medici di medicina generale e dei pediatri a livello nazionale. Di conseguenza, le convenzioni decentrate possono regolare autonomamente gli aspetti collaterali a quelli già definiti con gli Accordi collettivi, ma non possono contraddirli. Questo vale, afferma la sentenza, anche nel caso delle Regioni autonome i cui statuti hanno carattere concorrente con la legislazione statale: la loro autonomia deve essere esercitata, oltre che in armonia con la Costituzione e i princìpi dell'ordinamento giuridico dello Stato, nei limiti dei princìpi stabiliti dalle leggi dello Stato (comma 1).
Al riguardo, la Corte costituzionale con la sentenza 59/2006 ha rilevato che quando la normativa interessata ricade nella competenza legislativa concorrente, l'autonomia delle Province di Trento e Bolzano non rende più ampia la loro sfera legislativa in confronto a quella delle Regioni a statuto ordinario; il che comporta che, al pari delle Regioni, nelle materie di legislazione concorrente, ai sensi dell'art. 117, comma 3, ultima parte, spetta alle due Province «la potestà legislativa, salvo che per la determinazione dei princìpi fondamentali, riservata alla legislazione dello Stato».
In tema di giurisdizione, la sentenza ha chiarito che sono rimesse alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo solo le controversie relative a concessioni di pubblici servizi in cui la Pa, quindi, agisce come autorità impositiva. Quando, al contrario, agisce con interventi a contenuto negoziale la materia è attribuita alla giurisdizione del giudice ordinario dal Dlgs 165/2001, articolo 63, comma 3, rientrando nel novero delle «controversie promosse da organizzazioni sindacali, dall'Aran o dalle pubbliche amministrazioni, relative alle procedure di contrattazione collettiva di cui all'art. 40 e seguenti del decreto», tra le quali vanno ricomprese anche le controversie in cui venga in contestazione la validità o l'efficacia di determinate clausole collettive (v. S.u. n. 3145/2003).
In conclusione, le Sezioni Unite hanno cassato la sentenza 15/2011 della Corte d'appello di Trento, sezione distaccata di Bolzano, rinviando alla stessa Corte in diversa composizione. Con l'ordine di procedere a nuovo esame applicando il principio di diritto enunciato: il contenuto delle convenzioni nazionali «rappresenta principio generale di regolazione del rapporto convenzionale dei medici di medicina generale a livello nazionale» e gli accordi decentrati tra Provincia autonoma e sindacati «possono regolare autonomamente gli aspetti collaterali a quelli già definiti con gli accordi nazionali previsti dalla legge 138/2004, ma non possono contraddire le disposizioni contenute negli accordi stessi».